Up Mostra Cesare Ferro Milone Pinacoteca Albertina Slideshow

FerroMilone_001
FerroMilone_002
FerroMilone_003
FerroMilone_005
FerroMilone_006
FerroMilone_007
FerroMilone_008
FerroMilone_009
FerroMilone_011
FerroMilone_012
FerroMilone_013
FerroMilone_014
FerroMilone_015
FerroMilone_016
FerroMilone_017
FerroMilone_018
FerroMilone_019
FerroMilone_020
FerroMilone_021
FerroMilone_023
FerroMilone_025
FerroMilone_027
FerroMilone_028
FerroMilone_030
FerroMilone_031
FerroMilone_034
FerroMilone_035
FerroMilone_037
FerroMilone_038
FerroMilone_041
FerroMilone_042
FerroMilone_045
FerroMilone_046
FerroMilone_047
FerroMilone_048
FerroMilone_050
FerroMilone_051
FerroMilone_053
FerroMilone_054
FerroMilone_057
FerroMilone_060
FerroMilone_061
FerroMilone_063
FerroMilone_064
FerroMilone_065
FerroMilone_068
FerroMilone_069
FerroMilone_070
FerroMilone_071
FerroMilone_073
FerroMilone_075
FerroMilone_076
FerroMilone_078
FerroMilone_079
FerroMilone_082
FerroMilone_083
FerroMilone_084
FerroMilone_086
FerroMilone_087
FerroMilone_088
FerroMilone_090
FerroMilone_092
FerroMilone_094
FerroMilone_096
FerroMilone_099
FerroMilone_100
FerroMilone_101
FerroMilone_103
FerroMilone_104
FerroMilone_107
FerroMilone_108
FerroMilone_109
FerroMilone_111
FerroMilone_113
FerroMilone_114
FerroMilone_116
FerroMilone_119
FerroMilone_120
FerroMilone_123
FerroMilone_124
FerroMilone_126
FerroMilone_127
FerroMilone_128
FerroMilone_131
FerroMilone_133
FerroMilone_136
FerroMilone_138
FerroMilone_140
FerroMilone_141
FerroMilone_142
FerroMilone_144
FerroMilone_145
FerroMilone_147
FerroMilone_148
FerroMilone_149
FerroMilone_152
FerroMilone_153
FerroMilone_156
FerroMilone_157
FerroMilone_160
FerroMilone_163
FerroMilone_165
FerroMilone_168
FerroMilone_170
FerroMilone_172
FerroMilone_173
FerroMilone_177
FerroMilone_178
FerroMilone_182
FerroMilone_183
FerroMilone_180
FerroMilone_181
FerroMilone_185
FerroMilone_187
FerroMilone_189
FerroMilone_190
FerroMilone_174
 

Foto: Beppe Sacchetto © 2018



CESARE FERRO MILONE. LA MAGIA DEL COLORE TRA TORINO E BANGKOK

Pinacoteca Albertina - Torino

 

Torino, 15 Luglio 2018

Dal 21 giugno al 9 settembre 2018. La mostra, curata da Angelo Mistrangelo, è il terzo appuntamento del ciclo «I Maestri dell’Accademia Albertina», promosso e organizzato con il Museo di Arti Decorative Accorsi-Ometto. Dopo le rassegne su Andrea Gastaldi del 2016 e su Giacomo Grosso del 2017-2018, l’opera dell’artista viene presentata in tre sedi istituzionali: la Pinacoteca dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, il Museo di Arti Decorative Accorsi-Ometto di Torino e il Museo Civico Alpino «Arnaldo Tazzetti» a Usseglio (Torino).

L’esposizione propone i diversi aspetti dell’esperienza pittorica dell’artista piemontese che ha lavorato intensamente tra la fine dell’Ottocento e i primi trent’anni del Novecento; ricostruisce la sua attività d’insegnante presso l’Accademia Albertina e il periodo in cui ne fu il presidente; delinea il percorso e le partecipazioni ai grandi eventi internazionali, come la Biennale di Venezia e le decorazioni del Palazzo Reale e del principesco Palazzo Norashing a Bangkok che l’artista ha eseguito, durante i suoi soggiorni in Siam, nel 1904 e nel 1925.

Le opere esposte (oltre 115 tra dipinti, disegni, incisioni, affreschi portatili e oggetti d’arte) comprendono ritratti, scene familiari, immagini di paesaggi e palazzi del Siam che esprimono una ricerca che annovera quadri provenienti dalle collezioni della GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino, Società Baroncelli 98 di Torino, Museo Civico «Arnaldo Tazzetti» di Usseglio, Consiglio Regionale del Piemonte.

In questa occasione, è stata affrontata un’ampia indagine biobibliografica tratta da monografie, testimonianze, alcune inedite, e documenti rinvenuti negli archivi e nelle biblioteche di Accademia Albertina di Belle Arti, Fondazione Accorsi-Ometto, Circolo degli Artisti di Torino e Società Promotrice delle Belle Arti di Torino, Museo Civico «Arnaldo Tazzetti» a Usseglio (Torino), Archivio Famiglia Ferro Milone. Contributi arricchiti da riviste, giornali quotidiani, raccolte di fotografie e scatti eseguiti dallo stesso artista.

LA VITA

Cesare Ferro Milone (Torino, 1880-1934) è fortemente legato all’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino dove è stato docente delle tecniche, dell’incisione e dell’affresco, titolare della Cattedra di Disegno e, per un triennio, Presidente dell’Accademia e direttore della Scuola di Architettura di Torino.

A partire dal 1901 ha partecipato alle esposizioni d’arte figurativa in Italia e all’estero: prima al Circolo degli Artisti e alla «Promotrice» di Torino; poi a Livorno, Milano, Roma, Pietroburgo e Parigi. Nel 1903 è stato invitato alla V Biennale Internazionale di Venezia, vi tornerà per cinque volte.

Si è dedicato anche al paesaggio, recandosi con l’amico e compagno di studio Felice Carena a dipingere nei pressi dell’alta valle di Usseglio.

Il 1904 ha segnato una svolta nella vita di Cesare Ferro Milone: il pittore è stato invitato a Bangkok per decorare il Palazzo Reale, precedendo di pochi anni l’arrivo di Galileo Chini. Qui l’artista realizza gli affreschi di alcune sale, dipinti con scene mitologiche locali e una serie di disegni per servizi da tavola in porcellana e il conio di alcune monete. Il soggiorno in Siam, che si è protratto fino al 1907, gli ha permesso di eseguire numerosissimi bozzetti, disegni, acquerelli caratterizzati da un’intensa policromia e da inserimenti di lamine d’oro. Nel 1911 le sue opere sono state esposte alla Mostra siamese presso l’«Esposizione Internazionale delle Industrie e del Lavoro in Torino». Cesare Ferro Milone è tornato in Siam nel 1925 per decorare il principesco Palazzo Norashing di Bangkok. Ha realizzato, inoltre, i ritratti delle ballerine di corte e il ritratto della regina madre «Swang Wedona».

Durante la Prima Guerra Mondiale, nonostante la partecipazione al conflitto come Sottotenente, congedato con il grado di Tenente, ha continuato a lavorare. Nel dopoguerra, Ferro ha proseguito l’attività ritrattistica: la moglie, Andreina Gritti che ha sposato nel 1920, è tra i suoi soggetti preferiti. Ha affrescato la cappella Riccardi Candiani a Neive (Cuneo) e partecipato al concorso per la decorazione di un salone di Palazzo Madama a Torino, mai messo in opera, e alla decorazione del salone del Palazzo Comunale di Imperia. Nel frattempo ha realizzato una serie di piccoli affreschi dimostrativi per gli allievi dell’Accademia e la «Deposizione» per la Cappella Abate di Vaglio Pettinengo (Biella).

Ha esposto al Salon parigino del 1904, Esposizione di Belle Arti di Brera (Milano), Esposizione di Belle Arti di Parma, Promotrice delle Belle Arti di Torino, Circolo degli Artisti di Torino, Quadriennale di Torino, Biennale Internazionale di Venezia, I° Esposizione Biennale Nazionale d’Arte della Città di Napoli, Terza Biennale Romana.

Muore a Torino il 15 marzo 1934; è sepolto a Usseglio.

 

 

    Foto Beppe Sacchetto

 

 

   VBS50 Network Photography Torino

    http://www.vbs50.com - info@vbs50.com

    Foto - Città - Eventi - Attualità - Cerimonie - Web

    vbs50©1998

 

 

 



Generato da JAlbum & Chameleon | Aiuto