Up Presentazione EstOvest Festival Slideshow

Presentazione EstOvest Festival_01
Presentazione EstOvest Festival_02
Presentazione EstOvest Festival_03
Presentazione EstOvest Festival_04
Presentazione EstOvest Festival_05
Presentazione EstOvest Festival_06
Presentazione EstOvest Festival_07
Presentazione EstOvest Festival_08
Presentazione EstOvest Festival_09
Presentazione EstOvest Festival_10
Presentazione EstOvest Festival_11
Presentazione EstOvest Festival_12
Presentazione EstOvest Festival_13
Presentazione EstOvest Festival_14
Presentazione EstOvest Festival_15
Presentazione EstOvest Festival_16
Presentazione EstOvest Festival_17
Presentazione EstOvest Festival_18
Presentazione EstOvest Festival_19
Presentazione EstOvest Festival_20
Presentazione EstOvest Festival_21
 

Foto: Beppe Sacchetto © 2018



ESTOVEST FESTIVAL

 

Torino, 02 Ottobre 2018

Si è svolto questa mattina presso il Circolo dei Lettori l'incontro di presentazione della diciassettesima edizione di EstOvest Festival Torino, 5 ottobre - 2 dicembre 2018

Sono intervenuti:
Marco Chiriotti - Responsabile settore Promozione delle attività culturali della Regione Piemonte
Eilis Cranitch - presidente Associazione Ensemble Xenia
Claudio Pasceri - coordinatore artistico EstOvest Festival
Matteo Manzitti - direttore artistico Le strade del Suono

“Senza mondo, senza un tesoro comune di memorie evocabili attraverso il linguaggio, non ci sarebbe certamente letteratura, ma la musica prescinde il mondo, potrebbe esistere la musica e non il mondo.“
                                                                                                                                                    Jorge Luis Borges

Torna il 5 ottobre EstOvest Festival, l’appuntamento più importante dell’autunno per la musica classica contemporanea. Giunto alla 17ma edizione, il festival è promosso dall’Associazione Ensemble Xenia e propone una programmazione fitta di concerti, master class, conferenze e produzioni esclusive.
Appuntamenti che fino al 2 dicembre non solo animeranno i luoghi più esclusivi della cultura torinese – Museo Egizio, Polo del ‘900, Museo Ettore Fico tra gli altri – ma si spingeranno anche oltre provincia e in Liguria grazie alla sinergia strategica con la manifestazione genovese Le Strade del Suono.
La collaborazione tra i due Festival si è consolidata tramite il Progetto di Rete "EstOvest-Le Strade Del Suono" in partenariato con l’Associazione culturale il Gioco dell'Arte di Genova e sostenuto dalla Compagnia di San Paolo (Maggior sostenitore) nell'ambito dell'edizione 2018 del bando Performing Arts. L’ampio e condiviso progetto artistico intende mettere al centro delle due iniziative il tema del Racconto. Luoghi immaginari e Something real sono i titoli dei due filoni attraverso cui i festival tracceranno il proprio percorso musicale.

Da un lato Le strade del Suono con Something Real svilupperà un approccio più vicino alla dimensione individuale, all’esistenza del singolo, alle sue esperienze, dall’altro EstOvest approfondirà con Luoghi Immaginari una via più legata ai paesaggi della fantasia letteraria e ad un sentire romantico.
“L’edizione 2018 di EstOvest è dedicata a quelle dimensioni in cui il pensiero artistico aderisce a mondi fortemente desiderati, intensamente attesi. I Luoghi Immaginari sono siti di confine, che oscillano tra la realtà e la volontà” così Claudio Pasceri, coordinatore artistico dell’iniziativa, descrive il tema che sarà il fil rouge di tutti gli appuntamenti del festival.

Luoghi immaginari è un omaggio alla musica come mezzo espressivo, alla sua capacità di narrazione suggestiva e irrazionale che dagli albori della storia ha accompagnato la comunicazione dell’uomo trascendendo dal linguaggio verbale. Musica come capacità di racconto che sviluppa la capacità immaginifica rendendo la percezione e l’ascolto più emotivi, magici e suggestivi. La narrazione musicale conosce molti luoghi immaginari che i grandi compositori e interpreti concedono a tutti senza che smettano di essere intimi, o che appaiano come segreti ormai svelati.

L’edizione 2018 di EstOvest Festival presenterà tante vie straordinarie del raccontare in musica. Il programma prevede oltre 20 eventi, progetti pensati ad hoc e molto spesso in prima esecuzione, che abbracciano la creazione musicale contemporanea tracciando un percorso di approccio sia per chi ancora non conosce da vicino questo affascinante panorama culturale e sia di approfondimento per i tanti cultori.

Per coinvolgere sempre di più il pubblico e per rompere gli schemi della fruizione della musica contemporanea anche quest’anno ESTOVEST OFF porterà il Festival in spazi inconsueti e sorprendenti: la stazione della Metropolitana di Torino Porta Nuova, la Farmacia Porta Palazzo e la casa di riposo Esterina Coassolo di Cantalupa diventeranno palchi per delle esecuzioni musicali gratuite rivolte a chi si troverà lì di passaggio.

 

 

    Foto Beppe Sacchetto

 

 

   VBS50 Network Photography Torino

    https://www.vbs50.com - info@vbs50.com

    Foto - Città - Eventi - Attualità - Cerimonie - Web

    vbs50©1998

 

 

 



Generato da JAlbum & Chameleon | Aiuto