Up Presentazione Torino Social Factory Slideshow

Presentazione Torino Social Factory_001
Presentazione Torino Social Factory_002
Presentazione Torino Social Factory_003
Presentazione Torino Social Factory_004
Presentazione Torino Social Factory_005
Presentazione Torino Social Factory_006
Presentazione Torino Social Factory_007
Presentazione Torino Social Factory_008
Presentazione Torino Social Factory_009
Presentazione Torino Social Factory_010
Presentazione Torino Social Factory_011
Presentazione Torino Social Factory_012
Presentazione Torino Social Factory_013
Presentazione Torino Social Factory_014
Presentazione Torino Social Factory_015
Presentazione Torino Social Factory_016
Presentazione Torino Social Factory_017
Presentazione Torino Social Factory_018
Presentazione Torino Social Factory_019
Presentazione Torino Social Factory_020
Presentazione Torino Social Factory_021
Presentazione Torino Social Factory_022
Presentazione Torino Social Factory_023
Presentazione Torino Social Factory_024
Presentazione Torino Social Factory_025
Presentazione Torino Social Factory_026
Presentazione Torino Social Factory_027
Presentazione Torino Social Factory_028
Presentazione Torino Social Factory_029
Presentazione Torino Social Factory_030
Presentazione Torino Social Factory_031
Presentazione Torino Social Factory_032
Presentazione Torino Social Factory_033
Presentazione Torino Social Factory_034
Presentazione Torino Social Factory_035
Presentazione Torino Social Factory_036
Presentazione Torino Social Factory_037
Presentazione Torino Social Factory_038
Presentazione Torino Social Factory_039
Presentazione Torino Social Factory_040
Presentazione Torino Social Factory_041
Presentazione Torino Social Factory_042
Presentazione Torino Social Factory_043
Presentazione Torino Social Factory_044
Presentazione Torino Social Factory_045
Presentazione Torino Social Factory_046
Presentazione Torino Social Factory_047
Presentazione Torino Social Factory_048
Presentazione Torino Social Factory_049
Presentazione Torino Social Factory_050
Presentazione Torino Social Factory_051
Presentazione Torino Social Factory_052
Presentazione Torino Social Factory_053
Presentazione Torino Social Factory_054
Presentazione Torino Social Factory_055
Presentazione Torino Social Factory_056
Presentazione Torino Social Factory_057
Presentazione Torino Social Factory_058
Presentazione Torino Social Factory_059
Presentazione Torino Social Factory_060
Presentazione Torino Social Factory_061
Presentazione Torino Social Factory_062
Presentazione Torino Social Factory_063
Presentazione Torino Social Factory_064
Presentazione Torino Social Factory_065
Presentazione Torino Social Factory_066
Presentazione Torino Social Factory_067
Presentazione Torino Social Factory_068
Presentazione Torino Social Factory_069
Presentazione Torino Social Factory_070
Presentazione Torino Social Factory_071
Presentazione Torino Social Factory_072
Presentazione Torino Social Factory_073
Presentazione Torino Social Factory_074
Presentazione Torino Social Factory_075
Presentazione Torino Social Factory_076
Presentazione Torino Social Factory_077
Presentazione Torino Social Factory_078
Presentazione Torino Social Factory_079
Presentazione Torino Social Factory_080
Presentazione Torino Social Factory_081
Presentazione Torino Social Factory_082
Presentazione Torino Social Factory_083
Presentazione Torino Social Factory_084
Presentazione Torino Social Factory_085
Presentazione Torino Social Factory_086
Presentazione Torino Social Factory_087
Presentazione Torino Social Factory_088
Presentazione Torino Social Factory_089
Presentazione Torino Social Factory_090
Presentazione Torino Social Factory_091
Presentazione Torino Social Factory_092
Presentazione Torino Social Factory_093
Presentazione Torino Social Factory_094
Presentazione Torino Social Factory_095
Presentazione Torino Social Factory_096
Presentazione Torino Social Factory_097
Presentazione Torino Social Factory_098
Presentazione Torino Social Factory_099
Presentazione Torino Social Factory_100
Presentazione Torino Social Factory_101
Presentazione Torino Social Factory_102
Presentazione Torino Social Factory_103
Presentazione Torino Social Factory_104
Presentazione Torino Social Factory_105
Presentazione Torino Social Factory_106
Presentazione Torino Social Factory_107
Presentazione Torino Social Factory_108
Presentazione Torino Social Factory_109
Presentazione Torino Social Factory_110
Presentazione Torino Social Factory_111
Presentazione Torino Social Factory_112
Presentazione Torino Social Factory_113
Presentazione Torino Social Factory_114
Presentazione Torino Social Factory_115
Presentazione Torino Social Factory_116
Presentazione Torino Social Factory_117
Presentazione Torino Social Factory_118
Presentazione Torino Social Factory_119
Presentazione Torino Social Factory_120
Presentazione Torino Social Factory_121
Presentazione Torino Social Factory_122
Presentazione Torino Social Factory_123
Presentazione Torino Social Factory_124
 

Foto: Beppe Sacchetto © 2018



TORINO SOCIAL FACTORY. IL COMUNE SOSTIENE I PROGETTI DI IMPRESA SOCIALE

LEGATI AL PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CITTA’ METROPOLITANE

 

Torino, 29 Novembre 2018

Potranno contare su contributi a fondo perduto, ciascuno dell’ordine di centomila euro, venticinque realtà associative operanti nel Terzo settore, i cui dodici progetti - interamente realizzati secondo una logica di prossimità in diversi quartieri della Città -, sono stati ammessi al finanziamento Pon Metro Torino (Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane 2014-2020) misura 3.3.1.A.

Tra i progetti rientrano la promozione di borse-lavoro riservate a giovani che saranno impiegati in un forno sociale, la sperimentazione del portierato sociale - sulla falsariga dell’esperienze parigina “Lulu dans ma rue” -, l’apertura di un social shop di moda etica legato alla filiera a chilometro zero. E' previsto anche un polo di prossimità per la realizzazione di una rete territoriale di welfare comunitario, servizi di supporto allo sviluppo di micro-imprese tramite interazione continue tra profit e non profit, luoghi che mettono insieme produzione e vendita di beni e servizi inerenti riuso ed ecosostenibilità con ambienti per favorire l'aggregazione sociale; oltre a spazi innovativi per conciliare famiglia e lavoro con servizi di baby parking e coworking.

“Si tratta di iniziative legate al sostegno della prossimità, seguendo modelli di welfare di comunità che saranno destinate, nel corso del tempo, a diventare auto-sostenibili - sottolinea Paolo Pisano, assessora comunale all’innovazione -. Questa è la prima misura a sostegno dell’innovazione sociale che parte a livello nazionale nell’ambito del Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane 2014-2020, per la quale sono stati allocati circa 1 milione e 400 mila euro di fondi europei a sostegno di progetti di innovazione sociale. A essere coinvolte saranno 25 organizzazioni no-profit che sperimenteranno attraverso dodici partenariati modelli innovativi in grado di generare impatti positivi in tema di lotta alle nuove povertà, per il superamento della vulnerabilità sociale, contro la disoccupazione e favorire l’integrazione culturale e la coesione sociale. La Città è impegnata attraverso la piattaforma Torino Social Impact a sviluppare un vero e proprio programma di economia che si inserisce in un ecosistema, votato allo sviluppo di una imprenditorialità a elevato impatto sociale attraverso il quale il Comune sarà un partner forte, affiancando concretamente gli imprenditori nel sostegno di idee in grado di offrire risposte concrete in una città che, più di altre, è stata segnata dalla crisi economica".

La misura in questione si inserisce, infatti, all’interno del quadro più ampio di Torino Social Impact, l’ecosistema torinese rappresentato ad oggi da piu di 50 attori tra pubblico e privato, finalizzato allo sviluppo di un’imprenditorialità ad elevato impatto sociale. Una strategia basata sull’idea che all’intersezione tra la storica vocazione all’imprenditorialità sociale della città, la densità di capacità tecnologiche sul territorio e la presenza di importanti investitori finanziari orientati all’impatto sociale, risieda una interessante opzione di sviluppo sociale ed industriale per la città.

Peraltro l’Amministrazione comunale di Torino da tempo sta investendo su tali progettualità attraverso numerose iniziative locali, con la misura del Pon Metro dedicata a supportare il non-profit nella realizzazione di campagne di crowdfunding, con il Progetto Periferie AxTO dedicato al testing di nuovi servizi che possano soddisfare bisogni sociali in aree periferiche (misura 3.03), per finanziare sperimentazioni innovative applicate all’economia collaborativa e circolare (misura 3.02) e, su scala europea con i progetti Boosting Social Innovation” e “Urbinclusion” all’interno della rete Urbact.

“L’obiettivo è attivare interventi di rigenerazione urbana attraverso un'importante misura di sostegno al terzo settore - aggiunge la sindaca Chiara Appendino - per fornire risposte innovative ai bisogni dei cittadini, generare impatti sociali ed attivare nuove forme di economia locale".

Il percorso di selezione delle idee progettuali è avvenuto in più fasi con l'ammissione a un primo percorso di incubazione, articolato poi in workshop collegiali nel corso dei quali sono state affinati e costruiti i partenariati.

Breve descrizione dei progetti

Agevolare e incrementare così i servizi domiciliari e di planning domestico grazie al ruolo di caregiver assunto da familiari di anziani nel perimetro delle Circoscrizioni V e VII è l’iniziativa messa a punto dalla Cooperativa Zenith-Prometeo.
Mentre nel Quadrilatero Romano, nelle zone dei Quartieri Militari, di Porta Doranea e Porta Palazzo-Valdocco in collaborazione con i negozianti la Rete italiana di cultura popolare intende stendere le collaborazioni circolari in un quadro di valorizzazione delle piccole botteghe nell’ambito dei piccoli traslochi, nel dog-sitting, di consegna a domicilio della spesa, deposito chiavi e pacchi.
A Porta Palazzo, invece la San Vincenzo de’ Paoli intende far nascere un social shop multifunzionale per la raccolta e la trasformazione sartoriale di abiti già indossati da donare, una volta rigenerati a cittadini meno abbienti.
Nella cornice di Parco Colonnetti, a Mirafiori, troverà impulso, per iniziativa di Patchanka una mensa sociale, a prezzi accessibili, dove in tavola saranno servizi cibi cucinati invenduti raccolti nei mercati rionali.
Panacea Social Farm si occuperà di percorsi di formazione all’arte di panettiere nei laboratori di via Baltea. In Borgo Vittoria, invece, Loving The Alien si occuperà, con l’impiego di persone a disagio, della riqualificazione del giardino adiacente il Mufant realizzando un parco a tema fantastico con installazioni e scenografie. Saranno inoltre creati e messi in vendita souvenir.
Liberitutti si occuperà di valorizzare i talenti professionali a scavalco tra il profit e il no profit, agevolando iniziative di micro imprenditorialità tra Barriera di Milano e Aurora.
Creare un polo di prossimità riservato alle famiglie che potranno così supportarsi a vicenda in azioni di mutua assistenza come pulizie, compagnia, piccoli lavori di manutenzione attivando così processi di empowerment in gruppi sociali fragili nei territori delle Circoscrizioni II e VIII (via Passo Buole, via Nizza, stazione Lingotto, corso Giambone).
Nuove iniziative di welfare di comunità saranno innescate nel condominio sociale di via Saluzzo 30 con l’apertura di spazi di coworking e stanze gioco per bambini oltre a iniziative a sostegno della prima infanzia e dei genitori.
L’apertura di una nuova officina aperta ad artigiani, upcycler e commercianti e riparatori, con annesso spazio ristoro, nel distretto Barriera di Milano-Aurora è l’obiettivo di Triciclo, cooperativa da anni impegnata nel riuso.
Anche la Cooperativa Mirafiori sarà impegnata nella promozione degli spostamenti su due ruote con iniziative ad hoc di bici-bus da impiegare nei percorsi casa-scuola, e con l’apertura di una attività di riparazione biciclette e un bar ristoro in strada delle Cacce.
Infine, a cura della Cooperativa Eta Beta saranno innescate connessioni etiche grazie a laboratori formativi, all’interno della casa Circondariale delle Vallette.

 

    Foto Beppe Sacchetto

 

 

   VBS50 Network Photography Torino

    https://www.vbs50.com - info@vbs50.com

    Foto - Città - Eventi - Attualità - Cerimonie - Web

    vbs50©1998

 

 

 



Generato da JAlbum & Chameleon