Up Presentazione libro L'inno di Mameli Slideshow

L'inno di Mameli_01
L'inno di Mameli_02
L'inno di Mameli_03
L'inno di Mameli_04
L'inno di Mameli_05
L'inno di Mameli_06
L'inno di Mameli_07
L'inno di Mameli_08
L'inno di Mameli_09
L'inno di Mameli_10
L'inno di Mameli_11
L'inno di Mameli_12
L'inno di Mameli_13
L'inno di Mameli_14
L'inno di Mameli_15
L'inno di Mameli_16
L'inno di Mameli_17
L'inno di Mameli_18
L'inno di Mameli_19
L'inno di Mameli_20
L'inno di Mameli_21
L'inno di Mameli_22
L'inno di Mameli_23
 

Foto: Beppe Sacchetto © 2019



PRESENTAZIONE LIBRO "L'INNO DI MAMELI" di UMBERTO D'OTTAVIO

Una storia lunga 170 anni per diventare ufficiale


Moncalieri, 23 Gennaio 2019

Dopo centosettant’anni, il Canto degli Italiani diventa definitivo. La Legge 181 del 4 dicembre 2017, Legge D’Ottavio, finalmente riconosce l'Inno di Mameli inno ufficiale Nazionale definitivo.

Fu dapprima Carlo Azeglio Ciampi, nel suo settennato di presidenza della Repubblica a ricordare al Paese la bellezza del nostro Inno di Mameli, e Riccardo Muti che ne fece risaltare tutta la passione.
Ciampi lo fece cantare: la cosa più naturale. Nelle scuole tornò lo studio del testo e gli insegnati lo fecero cantare agli alunni, i calciatori e gli sportivi incominciarono a cantarlo con orgoglio.
Dal 4 dicembre 2017 il canto degli Italiani è dunque diventato l’inno ufficiale della Repubblica Italiana.

Nel libro presentato oggi alla Biblioteca Arduino di Moncalieri “L’Inno di Mameli. Una storia lunga 170 anni per diventare ufficiale” l'autore Umberto d'Ottavio con la partecipazione dell'Assessore alla Cultura del Comune di Moncalieri Laura Pompeo ne narra il lungo percorso che dalla sua stesura fino allo scorso dicembre ha accompagnato la colonna sonora della nostra Patria.

“In Italia non c’è nulla di più definitivo del provvisorio e nulla di più provvisorio del definitivo, affermava Giuseppe Prezzolini, commenta l’ On. D’Ottavio presentando il suo saggio –. E’ una citazione che definisce perfettamente il percorso storico del Canto degli Italiani, scritto da Mameli e musicato da Novaro nel 1847 e assunto nel 1946 come inno provvisorio della Repubblica Italiana da De Gasperi".

Il libro costituisce una testimonianza importantissima del percorso storico e politico dell’inno di Mameli, un testo che si rivolge a un ampio pubblico attraverso un linguaggio volutamente divulgativo nei capitoli storici e impreziosito da una raccolta di curiosità sugli inni nazionali degli altri Paesi.

"Al Canto degli Italiani, per diventare definitivo di anni ce ne sono voluti centosettanta, commenta D’Ottavio.
Raccogliendo le firme per presentare la legge, ho capito che moltissimi parlamentari non sapevano che l’inno, nella sua imponenza, fosse in realtà provvisorio.
Oggi l’Inno è finalmente ufficiale, insegnando che si può essere patrioti, cioè agire in favore della propria terra, senza essere nazionalisti, cantando dopo Il canto degli Italiani anche l’Inno alla gioia, simbolo dell’Europa dei popoli".

 

 

    Foto Beppe Sacchetto

 

 

   VBS50 Network Photography Torino

    https://www.vbs50.com - info@vbs50.com

    Foto - Città - Eventi - Attualità - Cerimonie - Web

    vbs50©1998

 

 

 



Generato da JAlbum & Chameleon