Up Torino che legge 2019 Slideshow

Torino che legge_01
Torino che legge_02
Torino che legge_03
Torino che legge_04
Torino che legge_05
Torino che legge_06
Torino che legge_07
Torino che legge_08
Torino che legge_09
Torino che legge_10
Torino che legge_11
Torino che legge_12
Torino che legge_13
Torino che legge_14
Torino che legge_15
Torino che legge_16
Torino che legge_17
Torino che legge_18
Torino che legge_19
Torino che legge_20
Torino che legge_21
Torino che legge_22
Torino che legge_23
Torino che legge_24
Torino che legge_25
Torino che legge_26
Torino che legge_27
Torino che legge_28
Torino che legge_29
Torino che legge_30
Torino che legge_31
Torino che legge_32
Torino che legge_33
Torino che legge_34
Torino che legge_35
Torino che legge_36
Torino che legge_37
Torino che legge_38
Torino che legge_39
Torino che legge_40
Torino che legge_41
Torino che legge_42
 

Foto: Beppe Sacchetto © 2019



TORINO CHE LEGGE - V EDIZIONE - 8-15 APRILE 2019

Oltre 500 iniziative dal centro alle periferie e, con ‘Piemonte che Legge’,
la manifestazione debutta anche nell’area metropolitana e in regione

 

Torino, 1 Aprile 2019

Dall’8 al 15 aprile tornerà ‘Torino che legge’, manifestazione nata per celebrare la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore istituita dall’UNESCO.

La settimana della lettura è organizzata dalla Città di Torino con le sue Biblioteche civiche e dal Forum del Libro, in collaborazione con le Circoscrizioni e la Fondazione per la Cultura Torino, ha come partner Intesa Sanpaolo, sostenitore del progetto di Rebranding delle Biblioteche civiche torinesi ed è realizzata con il contributo di Fondazione CRT.

Giunta alla quinta edizione, ‘Torino che legge’ coinvolgerà l'intera città, dal centro alle periferie, con oltre 500 appuntamenti fra reading, incontri con l'autore, attività formative, musica, convegni e iniziative per grandi e piccini, realizzati in spazi pubblici e privati: biblioteche, librerie, scuole, musei, teatri, case del quartiere, enti, associazioni e fondazioni, circoli, piazze, corsi, giardini, metropolitana e tram storico.

Con il debutto di ‘Piemonte che legge’ - realizzato con la collaborazione e il sostegno della Regione -, la rassegna quest’anno si estenderà all’area metropolitana e al territorio piemontese, coinvolgendo un’ampia rete di soggetti pubblici e privati grazie alle numerose adesioni ricevute dalle biblioteche, dalle librerie e dalle associazioni della regione che hanno accolto con entusiasmo l’invito a collaborare per dar vita a una grande festa collettiva del libro e della lettura.

Salone Internazionale del libro di Torino - Circolo dei Lettori, TorinoReteLibri, Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia, Centro Unesco, Premio Calvino rappresentano solo una parte del grande laboratorio cittadino e regionale sulla lettura che pone in evidenza la forza della filiera del libro e la sua azione sinergica e ampia, leva fondamentale per promuovere e rafforzare una partecipazione continuativa fra i diversi soggetti ed enti culturali.

“Torino che legge è un appuntamento ormai consolidato – sottolinea l’assessora alla Cultura della Città di Torino -. Da quest’anno si caratterizza come una delle azioni del Patto per la lettura, strumento con cui la Città ha formalizzato un’alleanza permanente fra tutti i soggetti istituzionali della filiera del libro, della lettura, le circoscrizioni e le realtà associative che riconoscono in essa una risorsa strategica, finalizzata a promuovere il benessere individuale e sociale diffuso. La quinta edizione, inoltre, prenderà avvio lunedì 8 aprile con l’apertura di una nuova sede bibliotecaria in via Zumaglia”.

“Da sempre la manifestazione, che nel 2019 amplia i suoi confini estendendosi al territorio regionale, mette in relazione i diversi soggetti della filiera del libro – sottolinea Rocco Pinto del Forum del libro – cercando di avvicinare alla lettura anche chi solitamente non legge, coinvolgendo attivamente le periferie e avviando nuovi progetti territoriali.”

“La Regione riconosce il libro e la lettura quali strumenti fondamentali per la crescita sociale e culturale della cittadinanza - afferma l’assessore regionale alla Cultura – ‘Piemonte che legge’ è in questo senso una testimonianza dell’impegno quotidiano delle istituzioni nel fare, promuovere e diffondere cultura attraverso la filiera del libro e in modo capillare sul territorio.”

Fra i numerosi scrittori ospiti di questa edizione si ricordano: Bruno Arpaia, Silvia Andreoli, Marco Balzano, Marco Belpoliti, Adil Bellafqih, Rossana Bossù, Alice Cappagli, Giuseppe Culicchia, Anna Di Cagno, Gianni Farinetti, Christian Frascella, Sofia Gallo, Margherita Giacobino, Margherita Oggero, Bruno Gambarotta, Carlo Greppi, Elena Loewenthal, Marco Missiroli, Valeria Parrella, Alessandro Perissinotto, Paola Cereda, Enrico Pandiani, Luca Ragagnin, Laura Pariani, Guia Risari, Enrica Tesio, Dragan Velic.

 

 

    Foto Beppe Sacchetto

 

 

   VBS50 Network Photography Torino

    https://www.vbs50.com - info@vbs50.com

    Foto - Città - Eventi - Attualità - Cerimonie - Web

    vbs50©1998

 

 

 



Generato da JAlbum & Chameleon | Aiuto