Up VTM – Vehicle & Transportation Technology Innovation Meetings Slideshow

MAS_3992
MAS_3993
MAS_3994
MAS_3995
MAS_3996
MAS_3997
MAS_3998
MAS_3999
MAS_4000
MAS_4001
MAS_4002
MAS_4003
MAS_4004
MAS_4005
MAS_4006
MAS_4007
MAS_4008
MAS_4009
MAS_4010
MAS_4011
MAS_4012
MAS_4013
MAS_4014
MAS_4015
MAS_4016
MAS_4017
MAS_4018
MAS_4019
MAS_4020
MAS_4021
MAS_4022
MAS_4023
MAS_4024
MAS_4025
MAS_4026
MAS_4027
MAS_4028
MAS_4029
MAS_4030
MAS_4031
MAS_4032
MAS_4033
MAS_4034
MAS_4035
MAS_4036
MAS_4037
MAS_4038
MAS_4039
MAS_4040
MAS_4041
MAS_4042
MAS_4043
MAS_4044
MAS_4045
MAS_4046
MAS_4047
MAS_4048
MAS_4049
MAS_4050
MAS_4051
MAS_4052
MAS_4053
MAS_4054
MAS_4055
MAS_4056
MAS_4057
MAS_4059
MAS_4060
MAS_4061
MAS_4062
MAS_4063
MAS_4064
MAS_4065
MAS_4066
MAS_4067
MAS_4068
MAS_4069
MAS_4070
MAS_4071
MAS_4072
MAS_4073
MAS_4074
MAS_4075
MAS_4076
MAS_4077
MAS_4078
MAS_4082
MAS_4083
MAS_4084
MAS_4085
MAS_4087
MAS_4088
MAS_4094
MAS_4096
MAS_4098
MAS_4101
MAS_4102
MAS_4104
MAS_4105
MAS_4106
MAS_4107
MAS_4108
MAS_4109
MAS_4110
MAS_4114
MAS_4115
MAS_4116
MAS_4117
MAS_4118
MAS_4119
MAS_4120
MAS_4121
MAS_4122
MAS_4123
MAS_4124
MAS_4125
MAS_4126
MAS_4127
MAS_4128
MAS_4129
MAS_4130
MAS_4131
MAS_4132
MAS_4133
MAS_4134
MAS_4135
MAS_4136
MAS_4137
MAS_4138
MAS_4139
MAS_4140
MAS_4141
MAS_4143
MAS_4144
MAS_4145
MAS_4146
MAS_4148
MAS_4149
MAS_4150
MAS_4151
MAS_4152
MAS_4153
MAS_4154
MAS_4155
MAS_4156
MAS_4157
MAS_4158
MAS_4159
MAS_4160
MAS_4161
MAS_4162
MAS_4163
MAS_4164
MAS_4297
MAS_4298
MAS_4299
MAS_4300
MAS_4301
MAS_4302
MAS_4303
MAS_4304
MAS_4305
MAS_4306
MAS_4307
MAS_4310
MAS_4311
MAS_4312
MAS_4313
MAS_4314
MAS_4315
MAS_4316
MAS_4317
MAS_4318
MAS_4319
 

Foto: Mario Sofia © 2018



VTM – Vehicle & Transportation Technology Innovation Meetings

 

Torino, 27 Novembre 2018

VTM, il futuro della mobilità parte da Torino
Il 27 e 28 novembre, nel capoluogo piemontese due giorni di incontri tra i massimi operatori ed esperti del settore automotive e dell’innovazione nella mobilità
< Alle Ogr 260 aziende presenti, oltre 2500 incontri BtoB e 1500 persone accreditate da 15 paesi

Il futuro della mobilità mondiale è iniziato oggi a Torino, con l’apertura della prima edizione di VTM – Vehicle and Transportation Technology Innovation Meetings. Oggi e domani, infatti, il capoluogo piemontese ospita la business convention in cui le più grandi aziende e i massimi esperti del settore definiscono il percorso della rivoluzione in atto nel mondo dei trasporti e dell’automotive.

Come ha spiegato stamattina Andrea Marinoni di Roland Berger, le molteplici e dirompenti innovazioni in atto nel settore sono sintetizzabili nell’acronimo M.A.D.E., ovvero Mobility Autonomous Digitization Electrification: e sono proprio questi i temi al centro delle due giorni in corso alle Officine Grandi Riparazioni di Torino. Nuovi modelli di mobilità, sistemi di guida autonoma sempre più avanzati, un processo di digitalizzazione di veicoli e informazioni e un progressivo passaggio all’alimentazione elettrica dei mezzi di trasporto: gli scenari si intrecciano in un mercato che, proprio come le automobili, è sempre più connesso.
Sono 260 le aziende e le startup provenienti dall’Italia e da ogni parte del mondo, oltre 2500 gli incontri BtoB e 1500 le persone accreditate provenienti dall’Italia e altri 15 paesi (Francia, Belgio, Spagna, Gran Bretagna, Germania, Svizzera, Austria, Slovenia, Svezia, India, Russia, Israele, Cina, USA, Corea) che, in questi due giorni, si ritrovano a Torino per illustrare l’evoluzione del comparto automotive, ma anche per confrontare progetti, idee e strategie. Oggi, martedì 27 novembre, il programma di VTM prevede infatti una serie di conferenze sui temi di maggiore impatto sociale e tecnologico, mentre saranno gli incontri BtoB ad animare la seconda giornata.

Regione Piemonte e Camera di commercio di Torino sono i partner locali dell’evento, organizzato dalla società internazionale specializzata ABE – Advanced Business Events in cooperazione con Ceipiemonte.

«Il Piemonte è un territorio che nel campo della mobilità e dei sistemi di trasporto ha una vocazione storica e può vantare un know how che costituisce la sua forza per il futuro. Quasi tutto ciò che si muove meccanicamente è nato a Torino, ma siamo ben consapevoli che la nuova sfida è saper costruire sistemi di mobilità e lavoriamo quindi affinché il Piemonte e le sue mani intelligenti diventino il punto di riferimento dell'innovazione nel settore» ha dichiarato Sergio Chiamparino, presidente della Regione Piemonte.

Così Giuseppina De Santis, assessora regionale alle Attività produttive: «È la prima volta dai tempi del Salone dell'auto che a Torino si organizza un evento business per far vedere le competenze del territorio. Abbiamo tutte le professionalità per ambire a giocare un ruolo rilevante nella mobilita del futuro e siamo interessati a completare i pezzi che mancano alla nostra filiera, mettendo a disposizione i nostri strumenti di sostegno a coloro che sono interessati a investire».

«La giornata di oggi è una scommessa vinta: a Torino non poteva mancare un evento internazionale di questo calibro dedicato alla mobilità del futuro e per questo con la Regione Piemonte ci siamo impegnati a fondo per portare qui questa prima edizione di VTM – ha spiegato Vincenzo Ilotte, Presidente della Camera di commercio di Torino. – L’evento è per noi già un successo, non solo per i nomi prestigiosi che hanno risposto al nostro invito, ma soprattutto per la qualità dell’innovazione e della ricerca che qui troviamo illustrate, da grandi aziende internazionali come da dinamiche e promettenti start up. Il Piemonte, che con i suoi componentisti produce oggi il 40% del fatturato automotive italiano, si candida quindi ad essere anche il punto di riferimento per l’auto del futuro, di cui si intravedono già qui i primi passi».

«Questo evento dedicato alla mobilità sostenibile si inserisce in un contesto molto più ampio che vede il nostro territorio riappropriarsi del ruolo che storicamente gli appartiene ma in una veste più moderna e attuale. Il nostro VTM è l’occasione per valorizzare e presentare ad un pubblico internazionale le competenze e le capacità della filiera dell’auto che oggi, più di ieri, abbraccia settori molto diversi tra loro, sia come prodotto che come servizi. È il primo passo di quello che potrà essere il rilancio di uno dei settori più importanti del nostro contesto industriale» afferma Pierpaolo Antonioli, presidente di Ceipiemonte.

Plenary Conference: i relatori e i temi di martedì 27 novembre

Dopo l’apertura dell’evento, con la presenza delle istituzioni regionali e cittadine – il presidente della Regione Sergio Chiamparino, la sindaca Chiara Appendino, il presidente della Camera di commercio Vincenzo Ilotte e il presidente di Ceipiemonte Pierpaolo Antonioli – è stato appunto Andrea Marinoni a inaugurare le conferenze con il suo intervento sulla “mobility & transportation strategy scenario”.
Subito dopo il confronto tra Roberto Fedeli – CEO del Centro Ricerche Fiat S.C.p.A – e Jan Asche – global commodity manager di General Motors – in cui a emergere è l’importanza di ricerca e innovazione come fattori competitivi nell’industria globale dell’automotive.

Le riconosciute competenze nel settore trasporti e auto della Regione padrona di casa, il Piemonte, sono state invece al centro del dibattito tra Giuseppina De Santis, assessora regionale alle Attività produttive, Paola Pisano, assessora all’innovazione della Città di Torino, e Dario Gallina, presidente dell’Unione Industriale di Torino. La mattinata è quindi proseguita con le keynote session coordinate dal vicerettore alla ricerca del Politecnico di Torino professor Stefano Corgnati: la prima ha visto protagonisti il segretario generale di Euro NCAP Michiel Van Ratingen, il presidente e CEO di FEV Stephan Pischinger, Filippo Brenna manager di NVIDIA e Fabio Moioli di Microsoft. Nella seconda keynote session si sono invece susseguiti il vicepresidente esecutivo di AVL Uwe Dieter Grebe, il sales manager di Bosch Francesco Sanseverino e Andrea Merlo, manager di Thales Alenia Spazio.
Nel pomeriggio i panel e le session hanno visto gli interventi di relatori come Fausto Mozzarelli - performance assessment & verification director di CSI, Ernesto Ciorra direttore innovazione di Enel, Ken Uchiyama senior director di Denso, Giovanni Maria Gaviani di TEXA, Enrico Pagliari di ACI, Gianfelice D’Ippolito di Comau, Francesco Iennaro di Pininfarina, Lorenzo Sessa di Iren, John Simlett di Ernst & Young, Jonna Pöllänen di MaaS GLOBAL, Gianni Martino di Car2Go, Massimiliano Tellini dell’Innovation Center di Intesa Sanpaolo, Massimo Martinotti di Italdesign e Francesco Barbieri di CSI/IMQ.

Guida connessa e autonoma

Tre gli argomenti principali su cui è incentrato VTM: guida connessa e autonoma, mobilità elettrica e ibrida e new mobility.

Per quanto riguarda la guida connessa e autonoma, VTM è stato il punto di partenza di una importante novità per l’Italia: nelle strade intorno alla sede dell’evento, infatti, FEV e Objective hanno fatto viaggiare in mezzo al traffico due auto con sistema di guida autonoma. Dopo il Decreto Smart Road del dicembre 2017, è la prima volta che in Italia si verifica questo importante test.
Tra le aziende presenti a Torino e impegnate nella definizione dei nuovi sistemi di guida autonoma, anche Bylogix, che presenta il proprio sistema di Visione Artificiale per dare una dimostrazione della loro Object Recognition Technology; Neteera, startup che ha sviluppato un sistema che tramite radar, antenne e microchip posti nei sedili rileva lo stato dei passeggeri monitorando parametri vitali come la frequenza cardiaca e respiratoria; Thales Alenia, che spiega come il software di navigazione autonoma sviluppato per il suo Rover possa essere applicato anche in altri settori, come l’agricoltura e il movimento terra.

Mobilità elettrica e ibrida

Di grande rilievo anche lo spazio dedicato a VTM alla mobilità elettrica e ibrida, con un parterre di grandi aziende italiane e internazionali: Enel ha illustrato il suo piano per installare in Italia migliaia di stazioni di ricarica; Mecaprom ha presentato il suo Epic0 Regis, un veicolo elettrico per il trasporto di merci in aree urbane; Comau ha presentato le sue soluzioni innovative, in particolare per la produzione di batterie per veicoli elettrici; la startup Soffio B&R ha invece portato a VTM Blowcar, il prototipo che adotta soluzioni innovative per ridurre il peso e aumentare la sicurezza di esterni, interni e anche dei carichi, così da consentire una maggiore autonomia.

New mobility

Sulla new mobility, infine, a VTM interverranno realtà del panorama internazionale come Italdesign, che porterà nel suo stand un modello di Pop.Up Next, l’auto modulare elettrica e autonoma in grado di volare, con una postazione di realtà virtuale con Oculus Rift; MaaS Global, un software grazie al quale si possono prenotare viaggi integrando tutte le possibili soluzioni di mobilità; Anas, che spiegherà come sta per trasformare la Salerno-Reggio Calabria nella prima smart road d’Italia; Ernst & Young, che spiegherà come i sistemi di blockchain possano garantire sicurezza dei dati nei nuovi veicoli connessi.
Da oggi quindi il futuro della mobilità diventa il presente di un settore come l’automotive e di una città come Torino, che rinnovano grazie a questo evento un solido legame: il Piemonte si conferma così “the place to invest”, un terreno fertile per l’attrazione di investimenti e per l’innovazione industriale.

 

 

    Foto Mario Sofia

 

 

   VBS50 Network Photography Torino

    https://www.vbs50.com - info@vbs50.com

    Foto - Città - Eventi - Attualità - Cerimonie - Web

    vbs50©1998

 

 

 



Generato da JAlbum & Chameleon