Museo EgizioArco OlimpicoIl ValentinoCaseP.zza CastelloGran MadreS.Ant.RanversoSupergaIl PoVarie TorinoScienze Nat.Sacra S. MicheleNeve-OlimpiadiMonteCappucciniStadio OlimpicoNottePalazzoMadamaParco EuropaLa ConsolataDuomoPiazza SolferinoPiazza StatutoCappellaMercantiMuseo CinemaLa MoleVilla della ReginaCastello dal PoPista LingottoLuci d'ArtistaOrto BotanicoGAM

                                                                               

                                 TORINO                                  

I pi¨ antichi insediamenti dell'area dell'attuale Torino risalgono al III secolo a.C., e si rifanno a piccoli villaggi di trib¨ celto-ligure appartenenti al gruppo dei Salassi. Secondo alcune fonti uno di questi insediamenti (Taurasia (?)) avrebbe ostacolato la marcia di Annibale nel suo attacco a Roma attraverso le Alpi, resistendogli per ben tre giorni.
L'origine vera e propria della cittÓ pu˛ essere comunque fatta risalire al castrum costruito durante le guerre galliche di Giulio Cesare. Nel 29 fu eretta a colonia con il nome di Augusta Julia Taurinorum, da cui deriverÓ poi il nome moderno.

Dopo la caduta dell'Impero Romano Torino pass˛ sotto il controllo degli Ostrogoti, dei Longobardi, e dei Franchi di Carlo Magno (773).

Nel 940 fu fondata la Marca di Torino, controllata dalla cosiddetta dinastia arduinica che, attraverso il matrimonio tra la sua ultima discendente, Adelaide di Susa, con il figlio di Umberto Biancamano (fondatore della casa Savoia) port˛ la cittÓ sotto l'influenza della dinastia savoiarda.

Dopo alterne vicende che videro, nei secoli seguenti, anche l'elezione della cittÓ a libero comune, Torino venne inglobata definitivamente nei possedimenti dei Savoia che nel frattempo avevano ottenuto l'elevazione al rango di duchi.

Nel XVI secolo, dopo una prima fase di occupazione da parte dell'esercito francese la cittÓ divenne capitale del ducato di Savoia, che precedentemente aveva gravitato su ChambÚry e venne dotata di mura moderne e di una cittadella pentagonale.

Il XVII secolo vide la cittÓ, e il ducato, ingrandirsi con l'acquisizione, da parte di quest'ultimo di Asti, del Monferrato e di uno sbocco sul mare, mentre la cittÓ usciva dal perimetro delle mura romane.

Nel 1713 i duchi di Savoia ottennero il titolo di re, prima di Sicilia e poi di Sardegna e Torino divenne la capitale del regno.

Il Congresso di Vienna e la Restaurazione diedero al Piemonte Genova e tutta la Liguria, gettando, anche se involontariamente, le basi del processo che porterÓ, in poco pi¨ di cinquant'anni, all'unitÓ d'Italia.

Dal 1861 al 1865 Torino fu la prima capitale del nuovo Stato unitario, per passare poi questo titolo a Firenze e, dal 1870, a Roma. Nel 1943, durante la seconda guerra mondiale, da Torino ebbe inizio una ondata di scioperi nella grande industria che coinvolse quasi tutto il nord Italia e segn˛ la ripresa del movimento antifascista. Torino fu ripetutamente bombardata dagli Alleati:il primo attacco ebbe luogo l'11 giugno 1940, gli ultimi nel 1945 (la massima intensitÓ fu raggiunta nel 1943).

Dopo il secondo dopoguerra Torino fu il simbolo della crescita economica dell'Italia, tanto che riuscý ad attirare migliaia di emigranti dal Sud dell'Italia per via delle richieste di manodopera negli stabilimenti automobilistici. Nel 1974 la cittÓ raggiunse gli 1,2 milioni di abitanti.